domenica 16 giugno 2019

Zucchine e noci ( Cevizli kabak)

Una di quelle ricette che non ha dosi.. si fa tutto a sentimento  e poi si assaggia per dare il voto finale
 


Zucchine
Noci
Yogurt greco  in mancanza  mettere su di  un colino  una garza e versarci del normale yogurt e lasciare  colare per parecchie ore(in frigorifero)
Aglio
Aneto
Sale Pepe
 Se le zucchine sono piccole si lasciano intere, altrimenti si tagliano a meta' per il lungo e si scavano i semi con un cucchiaio.Si grattugiano con una grattugia a fori larghi.




 Si mettono poi  in una padella larga scaldata con un filo d'olio e si fanno cuocere 5-6 minuti   a fuoco alto girando continuamente  per non  fare abbrustolire , salare e pepare a cottura ultimata. Tritare grossolanamente abbondanti  noci ed aggiungerle nel composto ancora caldo. Lasciare raffreddare completamente.


Spremere l'aglio dentro allo yogurt unire anche l'aneto tritato , mescolare per bene ed unire alla verdura per distribuire uniformemente. Servire freddo da frigo.

mercoledì 24 aprile 2019

Treccia Di Pasqua al mahlep. Paskalya Çöreği

 Profumatissime trecce  grazie a questa "misteriosa" spezia chiamata  mahleb, é ottenuta dalla macinazione dei noccioli del frutto del Prunus Mahaleb, una specie di ciliega/amarena, simile per certi aspetti alla fava tonka  ma insostituibile.


  • 500 gr di farina
  • 120 gr di burro (morbido)
  • 20 gr di lievito di birra ( questa é la dose "originale" io ne uso meno e faccio lievitazioni più lunghe)
  • 60 ml di acqua tiepida
  • un cucchiaino di zucchero
  • 170 gr di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio da minestra di maheleb
  • 3 uova
  • 50 ml di acqua tiepida( che io sostituisco con yogurt) 

  • per decorare:
  • mandorle in lamelle
  • un tuorlo d'uovo
  • un cucchiaione di latte
Preparazione
Prelevare 125 grammi di farina dai 500, sciogliere il lievito e il cucchiaino di zucchero in 60 ml di acqua tiepida e con questi ingredienti fare un panetto che andrà lavorato qualche minuto e andrà messo sotto i rimanenti 375 gr della farina per 30 minuti.
Passato questo tempo mettere nell'impastatrice con tutti gli altri ingredienti tranne il burro.
Impastare a lungo a bassa velocità fino a che ben liscia, a questo punto incorporare il burro morbido pian piano   aspettando ad aggiungerne .fino a che il precedente pezzo non é stato assorbito.
Mettere a lievitare in luogo caldo per almeno 2 ore.
Dividere la pasta in 12 palline (tutte dello stesso peso) che dovranno riposare  per ulteriori 30 minuti coperte con un telo.
Fare quindi dei serpentelli cercando di formarli con la parte centrale più "cicciona" e le estremità più sottili.
Formare 4 trecce che andranno messe sulla placca del forno coperta di carta da forno.
Andranno coperte e lasciate lievitare ancora 1 ora.
Appena prima di infornare mescolare il tuorlo d'uovo con il latte e spennellarlo per bene sulle trecce, cospargere con le lamelle di mandorla e infornare per circa 35 minuti a forno caldo 180 gradi.

venerdì 12 aprile 2019

Mercimek çorbası ( zuppa di lenticchie rosse turca )

Non sono tipo da minestre , detesto il brodo con tutta me stessa ma qui in Turchia ho imparato ad apprezzare alcune zuppe e vellutate , i turchi adorano tutte queste cose ed ormai non mi stupisco neanche vederli consumarle anche con 40 gradi all'ombra
                                                           

Ingredienti
  • 300 gr di lenticchie rosse
  • una piccola cipollina
  • una carota
  • una patata
  • burro
  • acqua
  • sale  
 
    Per servire
  • succo di limone

Mettere le lenticchie in un colino e sotto il getto dell'acqua lavarle per qualche minuto.
Nel tegame  mettere a cuocere con un pezzetto di burro la cipolla dopo averla tagliata fina fina , dopo qualche minuto aggiungere le carote a rondelle  sottili ed i dadini di patata , far soffriggere per bene il tutto ,aggiungere quindi le lenticchie  coprire con parecchia acqua calda e portare a bollore,
salare e lasciare sobbollire a fuoco lento fino a che le lenticchie si saranno completamente spappolate.
Durante la cottura potrebbe necessitare  un aggiunta di acqua.
Togliere dal fuoco e se avete il frullatore ad immersione allora non vi resta che immergervelo e fare una bella crema se no potete utilizzare il passaverdura e, se siete pigre potete anche gustare il piatto cosi com'è.
Il gusto non cambia ma è assolutamente più invitante una volta passata.
Una volta messa nei piatti aggiungere parecchie gocce di succo di limone, può sembrare strano ma bastano poche gocce  per dare uno sprint particolare a questa vellutata .

lunedì 4 marzo 2019

Senape

 İo amo la senape particolarmente piccante , ho quindi utilizzato pari peso  di semi, se la si desidera più "dolce", basta  ridimensionare le dosi di senape nera che é molto più forte rispetto a quella gialla.
                                                                     


50 gr di semi di senape gialla
50 gr di senape nera
55 ml di aceto di mele
acqua q.b
1/2 cucchiaino di sale non iodato
 Vino bianco q.b
Se si desisera dare a questa salsa una nota piu colorata si puo' aggiungere un mezzo cucchiaino di curcuma.



Mettere i semi di senape in una ciotolina di vetro, versare l'aceto e poi acqua fino a coprirli. Coprire con pellicola alimentare e lasciare indisturbato per 2 giorni.
Consiglio vivamente l'uso di un frullatore potente nel caso si voglia ottenere una salsa liscia , se invece si ama avere qualche seme intero o solo spezzato va bene anche un frullatore ad immersione.
Mettere i semi  nel boccale  aggiungendo man mano vino bianco frullare  fino ad ottenere la consistenza desiderata.Se si desidera ottenere una senape tipo inglese aggiungere adesso la curcuma. Versare in un barattolo di vetro , tappare e lasciar "maturare" per almeno 1 settimana ( meglio 2 ) in frigorifero. Enjoy

giovedì 7 febbraio 2019

San Sebastian Cheesecake

Qui in Turchia é un tormentone, tutti fanno e mangiano questo dolce, bello , facilissimo da fare e molto di moda.. non potevo certo  non buttarmi nella mischia e provare a farlo. Ho spulciato in rete per ore  ed ho fatto un mix  di cose viste e lette .

Servirà

1 chilo di philadelphia
350 gr di zucchero
7 uova (large)
460 gr di panna fresca
vaniglia  e scorza di limone ( non presenti nella maggior parte delle ricette ma aggiunte da me per evitare il gusto frittata )
40 gr di farina

İo ho usato uno stampo da 24 cm  alto 11 cm.
Scaldare il forno a 200 ° ungere leggermente lo stampo , bagnare  sotto il rubinetto  un foglio di carta forno strizzarlo  per bene e con questo foderare lo stampo  facendo attenzione a lasciare debordare la carta  , servirà  quando il dolce crescerà in cottura .
Nella ciotola della planetaria ( se la avete , altrimenti  vanno benissimo anche  solo le fruste elettriche) mettere il formaggio mescolatelo  con il gancio a k una volta ben amalgamato si aggiunge lo zucchero  e si mescola per bene  fino a che sciolto. Poi si uniscono le uova intere una ad una, quindi la farina setacciata , gli aromi ed infine la panna. Si versa nello stampo  e si mette  a cuocere . Ci vorrà circa un ora  ma come sempre  ogni forno é una storia  a parte. Quindi regolatevi , tenete controllata la superficie  perché non carbonizzi  ,ma ricordate che la versione "famosa" richiede che sia bruciata.Sfornate il dolce quando ancora ben ben traballante. Lasciarlo raffreddare nello stampo.Durante il raffreddamento  si abbasserà , ed é normalissimo lo faccia. Solo dopo  che completamente freddo potrà essere sformato e messo  sul piatto  da portata.Consiglio di pulire accuratamente il coltello  dopo ogni taglio effettuato.





venerdì 16 novembre 2018

Mele cotogne alla turca ( Ayva tatlısı)

Ero sicura di aver scritto questa preparazione sul blog, mi é stato fatto notare che mancava  dopo che la mia amica facebookkiana Elisa ha fatto un viaggetto nella mia città adottiva ( Istanbul) e tutte le sere si é scofanata questo dolce onnipresente  sui menù  in questa stagione.
E' semplicissimo da fare , l'importante é  trovare  mele cotogne  durissime perché la cottura é molto lunga  e c'è il rischio che si spappolino.Si calcola normalmente mezzo frutto a testa, probabilmente qualcuno vorrà  fare il bis  quindi...



Mele cotogne
1 tazzina  da caffè (scarsa ) di zucchero per ogni mezzo frutto
acqua
chiodi di garofano (1 per 2 mezzi frutti)
Garzina  per  i semi
Mascarpone o panna montata per servire


Pelare i frutti  tagliarli in verticale , scavare  la zona del torsolo. Tenere da parte  ogni semino che andrà messo  in una garzina  con i chiodi di garofano.






 Adagiare   con la parte concava in una casseruola che abbia  il coperchio che chiuda perfettamente. Cospargere con lo zucchero  ed aggiungere acqua  dovrà essere un dito e mezzo circa, conviene magari cominciare con meno ed aggiungere man mano.Mettere ora la garzina al centro della pentola , tappare e portare a bollore.







Appena  prende il bollo  abbassare al minimo la fiamma , posizionare una retina ( anche 2 , perché bruciano facile) tappare col coperchio  ed...aspettare che i frutti  cambino colore  dal giallino pallido al meraviglioso rosso. Ci vorrà  parecchio, sicuramente più di un ora ,  ogni tanto  conviene comunque dare un occhiata e nel caso  aggiungere un pochino di acqua, il sughetto  si trasformerà poi  in una splendida gelatina.   Mettere in un piatto da portata e far raffreddare,qui  vengono  poi servite col cugino primo del mascarpone che si chiama kaymak, va benissimo anche della semplice panna montata

mercoledì 22 agosto 2018

Chocolate Chips Cookies





Ieri , mentre  cercavo una ricetta nel mio quaderno ,é scivolato fuori un foglio...era tanto che non li facevo e questo é stato probabilmente un segno del destino.

225 gr di burro morbido
150di zucchero  normale
160 gr di zucchero muscovado
2 uova grandi (L)
1 e 1/2 cucchiaino di estratto  di vaniglia
295 gr di farina
1 pizzicone di sale
1 cucchiaino da te  di lievito per dolci
270 gr di gocce di coccolato  fondente
Riscaldare il forno in modalità ventilato a 190
Montare il burro  con gli zuccheri per qualche minuto fino a che spumoso.Versare la vaniglia. Aggiungere le uova una ad una sbattendo  fino a che ben incorporate. Aggiungere la farina addizionata  del sale e del lievito ed infine le gocce  di cioccolato.Con un porzionatore , o semplicemente con un cucchiaio  ricavare  delle palline  che  con un dito inumidito andranno leggermente schiacciate. Cuocere 10 minuti esatti, non toccare  fino a che  raffreddati.