sabato 14 luglio 2018

Gelato di Rose

 Faccio il gelato da parecchi anni  , ho provato tante ricette  e devo ammettere  che le mie preferite sono quelle di Corvitto. Mi sono permessa  di cambiare  il dosaggio  e sono contenta di averlo  fatto, é venuto uno dei migliori gelati che io abbia mai fatto.



Infusione a caldo:
Per ogni kg di acqua sono necessari 50 g di boccioli/petali di rosa.( quello che non si usa per il gelato si può bere  come te' freddo o caldo)

Far bollire l’acqua, versare sui fiori  e coprire con un coperchio.
Lasciare in infusione 12 ore poi  colare strizzando molto bene  i  fiori con le mani  per estrarre tutto
il liquido.

500 ml  infuso  di rosa
170gr  panna 35%   
80 gr latte magro in polvere
100 gr destrosio
130 gr zucchero
5 gr di neutro

Versare l’infuso e la panna in un frullatore , incorporare il latte in polvere,  il
destrosio il neutro e lo zucchero
Versare questa miscela in una casseruola e riscaldare
Mescolare con una frusta  portare il mix a 85°C. Raffreddare il più rapidamente possibile fino a 4°C. Lasciar maturare in frigorifero per
6/12 ore prima di mantecare.

domenica 8 luglio 2018

Banana Bread


    Ricetta  diventata  "di casa mia" da tanti anni  e cioe' da  quando  i miei banani  mi regalano caschi d frutti  che maturano   tutti insieme . Le banane mi piacciono  ma  non potendo fare indigestione ,oltre  ai frappe' , gelati ho cominciato  a produrre questa delizia in maniera  seriale, piace a tutti , non contenendo burro  mi fa sentire  meno in colpa  quando  mangio  una seconda o terza fetta...



    • 100 gr di noci
    • 450 gr di banane molto mature
    • 2 uova grandi
    • 90 ml di olio di semi
    • 150 gr di zucchero di canna
    • 250 gr di farina 00
    • 1 cucchiaino da te di lievito per dolci
    • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato
    • vaniglia


    Preparazione
    Preriscaldare il forno a 180 gradi,  tostare leggermente le noci e spezzettarle.
    Con una forchetta ridurre in purea le banane che dovranno essere molto molto mature, praticamente la buccia dovrebbe essere totalmente scurita.
    aggiungere le uova e mescolare, quindi versare l'olio.( oggi  ho  frullato il tutto  nel frullatore  ed é andata benone )
    In un altra ciotola mettere la farina, i lievito, il bicarbonato, il sale, la vanillina, lo zucchero ed infine le noci e dare una mescolata per amalgamare il tutto.
    Versare ora su questi ingredienti secchi il mix di banana uova e olio, mescolando con una spatola e il meno possibile non preoccupandoci nel caso ci sia dei grumi.
    Versare in uno stampo tipo da plum cake o quadrato e cuocere per circa 50 minuti , fare comunque sempre la prova stecchino.

    venerdì 6 luglio 2018

    Gelato allo yogurt

    Questa é un ottima ricetta  di Cinzia Citro proveniente dal gruppo FB  Noi che il gelato lo facciamo in casa, é  buonissima , un tantino troppo dolce per i miei gusti  quindi la prossima volta che lo faro' diminuirò lo zucchero a 170 gr .




    500 gr di yogurt bianco
    130 gr di panna
    130 gr di latte
    40 gr di latte in polvere
    200 gr di zucchero
    20 gr di destrosio
    5 gr di farina di semi di carrube
    Scaldare latte e panna  a 85° e aggiungerli alle polveri, mescolando  bene.( io uso  il frullatore ad immersione )
    Fate intiepidire  il più in fretta possibile ,aggiungete lo yogurt, quindi mixare.(io metto nel frullatore frullo  e ripongo in frigo )
    Mettere in frigo a maturare almeno 4/5 ore la miscela, meglio tutta la notte. Frullare nuovamente e poi mettere poi in gelatiera  a mantecare.

    giovedì 21 giugno 2018

    Melanzane alla sarda

    Melanzane ( possibilmente piccole)
    Abbondante prezzemolo
    spicchi d'aglio
    Pomodori  spellati
    sale
    olio Evo 
      Si tagliano a meta' le melanzane , poi   vanno incise sia in verticale che in orizzontale  senza  tagliare pero' la buccia , si passa  un giro d'olio (poca roba)  vanno poi salate leggermente e massaggiate. Si fa un battuto col  prezzemolo ed aglio e lo si fa penetrare nelle incisioni. Poi si aggiunge una dadolata di pomodoro in superficie, un altro pizzico di sale , un filo d'olio e vanno in forno

    venerdì 15 giugno 2018

    Confettura di noci verdi come si fa in Turchia

    Questa é una di quelle preparazioni  che necessita  di un quintale di pazienza, Il lavoro in se non é tanto ma i tempi di attesa  sono  lunghi , chi non ha mai assaggiato questa delizia potrebbe pensare sia  un assurdità ma  io, che la ho  mangiata innumerevoli volte  garantisco  che il frutto  di questa fatica é qualcosa di eccezionalmente buono.

    La particolarità  di questa ricetta é  anche data  dall'uso  di acqua di calce , come in altre confetture in Turchia, questa fa si che il prodotto  mantenga una particolare consistenza  senza spappolarsi  anche se la cottura  é di svariate ore.
    Curiosando in rete  ho pero'  visto che  questa confettura  viene fatta anche in Italia , senza pero' usare l'acqua di calce, non avendo idea  di come sia il risultato finale io  continuo ad attenermi alla ricetta turca della quale  ho la certezza.





    Serviranno  delle noci verdi  , particolarmente acerbe, raccolte quindi entro la prima settimana di Giugno. Per capire se  sono adatte  a questa preparazione sarà sufficiente  trapassarle con un ago, se questo non incontra  nessuna  difficoltà   significa che  sono perfettamente idonee.

    Noci
    zucchero
    chiodi di garofano
    bacche di cannella
    İndossare un paio di guanti  pesanti (tipo quelli  per lavare i piatti) oppure almeno 3 paia  di quelli usa e getta.   Guai a fare come me  che ne ho indossati solo 2  e mi ritrovo  con tutte le dita macchiate !!


    Sbucciare  le noci dopo aver tagliato finemente le estremità  cercando  di  togliere meno polpa possibile, mettere ogni noce immediatamente  in una pentola piena di acqua fredda. Le noci  dovranno  restare  in acqua per  almeno 15  giorni  e questa andrà tassativamente cambiata   almeno 2 volte al giorno. ( Se possibile  farlo  3 volte)Durante questo lasso  di tempo  , spurgheranno l'amaro  che contengono.Diventeranno  sempre scure, é normalissimo  , non preoccupatevi


    L'ultimo giorno  di ammollo conviene preparare l'acqua di calce.

    La preparazione dell'acqua di calce é la seguente


    200 gr di calce viva
    5 litri d'acqua
    una bacinella di plastica

    La sera  prima  di  fare  la confettura si mette la calce  nella bacinella,facendo molta attenzione  si versa l'acqua e si mescola .Si lascia "decantare" fino al mattino  dopo . La superficie sarà probabilmente ricoperta da un sottile velo , sotto sarà limpida, facendo moltissima attenzione  , con un mestolo bisogna prelevare l'acqua senza assolutamente  smuovere  la calce che  sarà precipitata sul fondo.

    Passati i 15 giorni,  andranno immerse  per  circa 3 ore   nell'acqua di calce. Andranno poi lavate accuratamente  e  poi lasciate  sotto  acqua corrente per  almeno 30 minuti.Dopo di che  con i rebbi  di una forchetta oppure con un ago da calza  dovranno essere "punzecchiate" in più punti, poi andranno lessate   per 5 minuti , partendo da acqua fresca   , si butterà via l'acqua  e si ripeterà l'operazione  per altre 3 volte.( 4 in totale)
    A seconda  del peso delle noci  si preparerà lo sciroppo  di cottura  calcolando 1300 kg di zucchero per chilo  di frutta ed altrettanta acqua si aggiungerà  il succo  di un limone , 2 chiodi di garofano  ed 1/2 stecca  di cannella  per chilo di noci.(Sarebbe  molto utile  preparare un sacchetto  di garza  con le spezie , in modo  di poterle togliere   prima  di invasare al solito modo).Si porterà a bollore  lo sciroppo  ed  una volta che lo zucchero sarà sciolto  si immetteranno  i frutti. La cottura  durerà non meno  di 3 ore., comunque  dovranno cuocere  fino  a che le noci saranno traslucide. Sicuramente   bisognerà aggiungere  piccole dosi di acqua durante questo  tempo. una volta pronte  andranno invasate come tutte le altre confetture.

    lunedì 28 maggio 2018

    Torta Afrika di Knam

    Marquise
    50 gr tuorli
    50 zucchero a velo
    112.5 (arrotondato a 115)gr albumi
    100 zucchero  a velo
    45  gr cacao amaro
    15  gr fecola di patate
     Fragole  / more/ lamponi ( optional non previsto dalla ricetta originale)

    Riscaldare il forno  a 200
    montare  i tuorli con  lo zucchero  a velo , a parte  cominciare  a montare  gli albumi , una volta che saranno semi montati  aggiungere  i 100 gr di zucchero  a velo e finire  di montare. Aggiungere  a questa montata i tuorli   e poi  setacciandoli   il cacao  e la fecola. Versare il composto  in una placca da forno  ricoperta  di carta forno, livellare  con una spatola  ed infornare a 200 gradi  per 8/9 minuti . Appena  sfornato  spolverare  con zucchero  semolato e lasciare  raffreddare.Rovesciare  il foglio  di carta  con  ancora il "biscotto"  attaccato , staccare il foglio ( la  parte con lo zucchero  semolato a questo punto  si troverà sotto. Dopo di che  coppare  con un cerchio di 22 cm , adagiare su una placca, piatto   etc  se  decidete  di  usare la frutta , posizionatela sul "biscotto"

    Per la mousse
    200 cioccolato  fondente 70%
    400 panna da montare

    Per decorare
    cacao
    granella di  cioccolato  oppure come ho fatto  io  semplice cioccolato  grattugiato

     Sciogliere a bagnomaria il cioccolato, semi montare la panna .Con un termometro  controllare  che la temperatura del cioccolato non superi  i 55 gradi  ( dovra' essere  non meno  di 50  e massimo 55), aggiunge mezza dose di panna, con una frusta amalgamare bene , poi  versare  questo composto  dentro  alla ciotola  della panna restante , amalgamare perfettamente  con una frusta , il composto monterà ulteriormente, versarlo  nello stampo e livellare con una spatola . Mettere a rassodare in frigorifero per  non meno  di 4 ore anche se sarebbe  meglio farla il mattino  per la sera o viceversa.
    Per  togliere  il dolce dallo stampo  bisognerà dare dei leggeri colpi  sul piano  di lavoro. Ricoprire  i bordi  con la granella  o  con  il cioccolato grattugiato  , poi spolverare la superficie  con  cacao.

    Salsa  di frutta  da accompagnamento
    2/3  frutti  della passione  , svuotati  con un cucchiaino e messi  in  un setaccio   in modo  di poterne prelevare  solo il succo.
    1 mango  pelato e tagliato  a meta , mezzo + le parti  laterali  andranno frullati l'altro mezzo  verrà fatto a piccoli  cubetti.
    İl succo  e  la  scorza  di un lime
    Mettere nel bicchiere del minipimer  il succo  del  frutto della passione , la scorza ed il succo  del lime  ed infine il mango , frullare  fino ad ottenere  un composto liscio, aggiungere i cubetti di mango. Mettere in frigorifero ben coperto.

    domenica 6 maggio 2018

    Pestil

    İeri sera  avevo un sacchetto  di fragole profumatissime, sapendo che  si sarebbero  rovinate ho deciso  di  provare a fare  questa preparazione  cosi tipica in Turchia.E' semplicissimo da fare ma bisogna avere un forno regolabile  a bassissima temperatura oppure un essiccatore, anche se  tradizionalmente questa delizia  viene  fatta d'estate  , stesa su  teli lunghissimi e messa al sole .

    600 gr di fragole
    4 cucchiai da tavola  di zucchero
    succo  di mezzo limone
                                                        

    Si lavano  le fragole eliminando  il picciolo , si lasciano sgrondare per bene  poi  con lo zucchero  ed il succo  di limone si mettono  in un frullatore e  si frullano  fino ad avere  un purè perfettamente liscio. Ora  si deve  stendere  un foglio di carta forno  nelle teglie ( per questa dose  ne ho utilizzate 2) e dopo aver versato  la purea  , con una spatola  si stende  in modo omogeneo  facendo attenzione  che sia uno stato molto  sottile.
                                                   

    Mettere  in forno ( ventilato) o nel essiccatore  Se possibile  impostare  una temperatura intorno ai 30/40 gradi  altrimenti  accontentarsi  dei 50 minimi  della maggior parte dei forni. İo Avendo utilizzato il forno a35 gradi  ho impiegato circa 10 ore perché  fosse pronto,chiaramente aumentando la temperatura  ci vorrà  meno tempo.
    Una volta  pronto  si presenterà cosi.
    Facendo attenzione , sollevare il "foglio" di pasta di frutta per separarlo dalla carta, stenderlo  su un nuovo  foglio, tagliare  la carta in eccedenza  ai lati e  tagliare delle strisce
    Arrotolarle e conservarle in un contenitore  ermetico perché l' umidita' rovinerebbe  tutto il lavoro  svolto.