giovedì 7 febbraio 2019

San Sebastian Cheesecake

Qui in Turchia é un tormentone, tutti fanno e mangiano questo dolce, bello , facilissimo da fare e molto di moda.. non potevo certo  non buttarmi nella mischia e provare a farlo. Ho spulciato in rete per ore  ed ho fatto un mix  di cose viste e lette .

Servirà

1 chilo di philadelphia
350 gr di zucchero
7 uova (large)
2 cup  di panna fresca
vaniglia  e scorza di limone ( non presenti nella maggior parte delle ricette ma aggiunte da me per evitare il gusto frittata )
40 gr di farina

İo ho usato uno stampo da 24 cm molto alto.
Scaldare il forno a 200 ° ungere leggermente lo stampo , bagnare  sotto il rubinetto  un foglio di carta forno strizzarlo  per bene e con questo foderare lo stampo  facendo attenzione a lasciare debordare la carta  , servirà  quando il dolce crescerà in cottura .
Nella ciotola della planetaria ( se la avete , altrimenti  vanno benissimo anche  solo le fruste elettriche) mettere il formaggio mescolatelo  con il gancio a k una volta ben amalgamato si aggiunge lo zucchero  e si mescola per bene  fino a che sciolto. Poi si uniscono le uova intere una ad una, quindi la farina setacciata , gli aromi ed infine la panna. Si versa nello stampo  e si mette  a cuocere . Ci vorrà circa un ora  ma come sempre  ogni forno é una storia  a parte. Quindi regolatevi , tenete controllata la superficie  perché non carbonizzi  ,ma ricordate che la versione "famosa" richiede che sia bruciata.Sfornate il dolce quando ancora ben ben traballante. Lasciarlo raffreddare nello stampo.Durante il raffreddamento  si abbasserà , ed é normalissimo lo faccia. Solo dopo  che completamente freddo potrà essere sformato e messo  sul piatto  da portata.Consiglio di pulire accuratamente il coltello  dopo ogni taglio effettuato.





venerdì 16 novembre 2018

Mele cotogne alla turca ( Ayva tatlısı)

Ero sicura di aver scritto questa preparazione sul blog, mi é stato fatto notare che mancava  dopo che la mia amica facebookkiana Elisa ha fatto un viaggetto nella mia città adottiva ( Istanbul) e tutte le sere si é scofanata questo dolce onnipresente  sui menù  in questa stagione.
E' semplicissimo da fare , l'importante é  trovare  mele cotogne  durissime perché la cottura é molto lunga  e c'è il rischio che si spappolino.Si calcola normalmente mezzo frutto a testa, probabilmente qualcuno vorrà  fare il bis  quindi...



Mele cotogne
1 tazzina  da caffè (scarsa ) di zucchero per ogni mezzo frutto
acqua
chiodi di garofano (1 per 2 mezzi frutti)
Garzina  per  i semi
Mascarpone o panna montata per servire


Pelare i frutti  tagliarli in verticale , scavare  la zona del torsolo. Tenere da parte  ogni semino che andrà messo  in una garzina  con i chiodi di garofano.






 Adagiare   con la parte concava in una casseruola che abbia  il coperchio che chiuda perfettamente. Cospargere con lo zucchero  ed aggiungere acqua  dovrà essere un dito e mezzo circa, conviene magari cominciare con meno ed aggiungere man mano.Mettere ora la garzina al centro della pentola , tappare e portare a bollore.







Appena  prende il bollo  abbassare al minimo la fiamma , posizionare una retina ( anche 2 , perché bruciano facile) tappare col coperchio  ed...aspettare che i frutti  cambino colore  dal giallino pallido al meraviglioso rosso. Ci vorrà  parecchio, sicuramente più di un ora ,  ogni tanto  conviene comunque dare un occhiata e nel caso  aggiungere un pochino di acqua, il sughetto  si trasformerà poi  in una splendida gelatina.   Mettere in un piatto da portata e far raffreddare,qui  vengono  poi servite col cugino primo del mascarpone che si chiama kaymak, va benissimo anche della semplice panna montata

mercoledì 22 agosto 2018

Chocolate Chips Cookies





Ieri , mentre  cercavo una ricetta nel mio quaderno ,é scivolato fuori un foglio...era tanto che non li facevo e questo é stato probabilmente un segno del destino.

225 gr di burro morbido
150di zucchero  normale
160 gr di zucchero muscovado
2 uova grandi (L)
1 e 1/2 cucchiaino di estratto  di vaniglia
295 gr di farina
1 pizzicone di sale
1 cucchiaino da te  di lievito per dolci
270 gr di gocce di coccolato  fondente
Riscaldare il forno in modalità ventilato a 190
Montare il burro  con gli zuccheri per qualche minuto fino a che spumoso.Versare la vaniglia. Aggiungere le uova una ad una sbattendo  fino a che ben incorporate. Aggiungere la farina addizionata  del sale e del lievito ed infine le gocce  di cioccolato.Con un porzionatore , o semplicemente con un cucchiaio  ricavare  delle palline  che  con un dito inumidito andranno leggermente schiacciate. Cuocere 10 minuti esatti, non toccare  fino a che  raffreddati.


domenica 19 agosto 2018

Gelato al cioccolato ( massa di cacao) con scorzette di arancia candita e sale Madon



590 gr di latte intero fresco
70 gr panna al 35%
135gr di zucchero
75gr  destrosio
45 gr cacao
1 gr sale fino
84 gr massa di cacao
3 gr di farina di semi di carrube

gr 50 scorze  di arancia candite
3 gr sale Maldon
Asciugare  completamente lo sciroppo delle scorze, tagliuzzarle in piccoli pezzi , mischiarle  al sale ed aggiungerle  al gelato negli ultimi minuti di mantecatura.

Miscelare bene tutte le polveri
Mettere  sul  fuoco in una pentola il latte e la panna, quando   raggiungeranno  i 40° aggiungere le polveri,portare i composto a 90°. Una volta che il composto avrà raggiunto i 65° aggiungere la  massa di cacao avendo cura di scioglierla completamente. Raffreddare il più in fretta possibile  e mettere in frigorifero a maturare per  minimo 6 ore. Frullare  bene  e mettere in macchina.,
.

  

mercoledì 25 luglio 2018

Irmik helvası, dolce di semolino turco


  • 500 gr di semolino
  • 100 gr di burro
  • 300 gr di zucchero
  • 50 gr di pinoli
  • 1 litro di latte
  • poca poca buccia grattugiata di limone ed arancio

Mettere sul fuoco il latte con lo zucchero  il limone e l'arancio , mescolare fino a che lo zucchero sarà completamente sciolto.

In un altro tegame  far sciogliere il burro, versare il semolino ed i pinoli, si dovrà continuare a mescolare in continuazione fino a che il tutto sarà ben tostato (non bruciato)


 ci vorranno circa 20 minuti, a questo punto si versa il latte( attenzione  al vapore  che  sale improvvisamente), mescolare un attimo ancora e tappare per bene con un coperchio.
Spegnere il fuoco e lasciare riposare per 15-20 minuti e... il gioco é fatto.
Una volta freddo si dovrà mescolare ancora perbene con un cucchiaio per sgranarlo perché  altrimenti si presenta come un mappazzone che peraltro  molti  apprezzano proprio cosi, si mangia cosi o magari   accompagnato magari da una pallina di gelato,alcuni lo amano cosparso da un pochino di cannella.

sabato 14 luglio 2018

Gelato di Rose

 Faccio il gelato da parecchi anni  , ho provato tante ricette  e devo ammettere  che le mie preferite sono quelle di Corvitto. Mi sono permessa  di cambiare  il dosaggio  e sono contenta di averlo  fatto, é venuto uno dei migliori gelati che io abbia mai fatto.



Infusione a caldo:
Per ogni kg di acqua sono necessari 50 g di boccioli/petali di rosa.( quello che non si usa per il gelato si può bere  come te' freddo o caldo)

Far bollire l’acqua, versare sui fiori  e coprire con un coperchio.
Lasciare in infusione 12 ore poi  colare strizzando molto bene  i  fiori con le mani  per estrarre tutto
il liquido.

500 ml  infuso  di rosa
170gr  panna 35%   
80 gr latte magro in polvere
100 gr destrosio
130 gr zucchero
5 gr di neutro

Versare l’infuso e la panna in un frullatore , incorporare il latte in polvere,  il
destrosio il neutro e lo zucchero
Versare questa miscela in una casseruola e riscaldare
Mescolare con una frusta  portare il mix a 85°C. Raffreddare il più rapidamente possibile fino a 4°C. Lasciar maturare in frigorifero per
6/12 ore prima di mantecare.

domenica 8 luglio 2018

Banana Bread


    Ricetta  diventata  "di casa mia" da tanti anni  e cioe' da  quando  i miei banani  mi regalano caschi d frutti  che maturano   tutti insieme . Le banane mi piacciono  ma  non potendo fare indigestione ,oltre  ai frappe' , gelati ho cominciato  a produrre questa delizia in maniera  seriale, piace a tutti , non contenendo burro  mi fa sentire  meno in colpa  quando  mangio  una seconda o terza fetta...



    • 100 gr di noci
    • 450 gr di banane molto mature
    • 2 uova grandi
    • 90 ml di olio di semi
    • 150 gr di zucchero di canna
    • 250 gr di farina 00
    • 1 cucchiaino da te di lievito per dolci
    • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato
    • vaniglia


    Preparazione
    Preriscaldare il forno a 180 gradi,  tostare leggermente le noci e spezzettarle.
    Con una forchetta ridurre in purea le banane che dovranno essere molto molto mature, praticamente la buccia dovrebbe essere totalmente scurita.
    aggiungere le uova e mescolare, quindi versare l'olio.( oggi  ho  frullato il tutto  nel frullatore  ed é andata benone )
    In un altra ciotola mettere la farina, i lievito, il bicarbonato, il sale, la vanillina, lo zucchero ed infine le noci e dare una mescolata per amalgamare il tutto.
    Versare ora su questi ingredienti secchi il mix di banana uova e olio, mescolando con una spatola e il meno possibile non preoccupandoci nel caso ci sia dei grumi.
    Versare in uno stampo tipo da plum cake o quadrato e cuocere per circa 50 minuti , fare comunque sempre la prova stecchino.