venerdì 19 gennaio 2018

Yufka, pasta per vari tipi di börek

İnnumerevoli  volte  mi é stato chiesto come  fare il famoso börek turco, ogni volta ho dovuto specificare che  per farlo come quello mangiato in Turchia bisognava avere un tipo di pasta speciale chiamata "böreklik yufka", si perché di yufka ce ne son parecchie.. bisogna specificare.
Ho cercato per ore  nel web  per  vedere  se si potesse trovare in qualche sito  o  esistesse qualche  market   turco in qualche città Italia provvisto  di sito  web.. sta storia stava diventando per me una malattia. Certo  , per me é facile  ho a 50 mt  da casa un negozietto  chiamato  appunto Yufkacı( si legge yufkagi) che ne produce  di fantastiche, ma  si sa  io  mi diverto  a  fare esperimenti  e  amo condividere la mia passione  per il cibo  con le amiche. Quindi  eccomi qui a presentarvi il mio ultimo "parto". Come  ho  già scritto  su  fb  , sono assolutamente negata  col mattarello e per me  questo giochino  é risultato più  difficile  del dovuto, ma per chi  ha confidenza  col tirare la sfoglia  potrebbe  essere un gioco  da ragazzi.,

Ho utilizzato  una farina specifica per questa pasta . Si tratta  di  farina  di grano duro con 12.8 Proteine
W320 . glutine

Ho diviso più volte  la ricetta  usata  dai professionisti per arrivare  ad avere  una dose  "decente" di prodotto  finito.
.
315gr di farina
16 gr di sale
215 gr acqua tiepida

Si impasta a lungo in planetaria  fino  a che completamente incordato, si otterrà un panetto  molto morbido. Dividere  in palline  grandi quanto una noce, metterle completamente  nascoste   dentro  abbondante farina in una cassetta   da lievitazione  o ciotola.. Lasciare riposare per almeno 30 minuti.
Ora non sto  a spiegarvi  come stendere l'impasto perché  già é stato  un incubo   farlo,  spiegarlo potrebbe essere  molto peggio ;) Metto  un video  dove  si capisce benissimo .
Bisogna tenere a mente che  queste "sfoglie" andranno cotte in padella quindi la dimensione  dovrà essere idonea. Dovranno  essere tirate  veramente molto sottili( e questo é un must)
Appena  una sfoglia sarà ben stesa, verrà cotta  per  un paio di minuti in una padella antiaderente  ben scaldata  a fuoco massimo, cuoceremo  solo  un lato  e quando in quel lato  si vedranno  degli "occhi" marroncini  sarà l'ora di toglierla  dal fuoco.İmpiliamo le sfoglie una sull'altra  fino  al completamento.
Riempire ora una bacinella di acqua tiepida ed immergere  le sfoglie una ad una  per  massimo 2 secondi, lasciarle sgocciolare  ed appoggiarle  ben stese  su  di un panno  da cucina. L'acqua  verrà assorbita  e  la sfoglia sarà nuovamente malleabile. Appena  non ci sarà più traccia  di  bagnato  sulle sfoglie  bisognerà pero' coprirle perché altrimenti seccheranno  e  non avremo il risultato  sperato ( un po come la sfoglia usata per fare gli involtini primavera  cinesi )

.Se  ben separate  con carta  forno  , possono  essere congelate.

4 commenti:

  1. Sono una "copiatrice" delle Sue ricette postate su Coquinaria (mi dicono con buoni risultati) e quindi ne approfitto per ringraziarLa e rigirarLe i complimenti. Ogni tanto vengo a leggere qui le nuove ricette.
    Vorrei provare a fare una ricetta di borek (con feta e spinaci) e ho trovato la yufka pronta all'Auchan. Ho preso quella a fogli tondi (ce n'era anche un tipo a triangolo). Ho qualche dubbio: prima di usarla la devo bagnare, oppure la metto così com'è e aggiungo il condimento? Per la salsa è indifferente usare il latte e/o lo yogurt? Dai video che ho guardato non sono riuscita a capire le dosi della salsa.
    Grazie
    Carmela Rizzello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto grazie per i complimenti e soprattutto grazie per avermi fatto sapere che questa pasta é venduta all'auchan, potro' finalmente raccontarlo alle mie amiche che da tempo mi chiedono info :) Per quanto riguarda il procedimento del Börek, io utilizzo un mix di circa mezzo litro di latte un paio di cucchiai di yogurt , un uovo intero ed abbondante olio.Mescolo il tutto e ne verso un mezzo mestolino su ogni strato di pasta , il rimanente invece lo verso tutto sull'ultimo strato dopo che ho tagliato a quadrotti.Sembrera' moltissimo ma lasciandolo riposare una mezz'ora o anche piu' verra' assorbito .La cosa importante per il borek éla cottura , dev essere fatta a bassa temperatura e protratta per almeno 70/80 minuti. P.s Su Fb proprio pochi giorni fa ho postato varie foto esplicative . :)

      Elimina
  2. Paola,sei bravissima!Ho fatto vedere il tuo blog a mio figlio,e' rimasto a bocca aperta!

    RispondiElimina

Prego cortesemente, anche se utenti anonimi, di firmare i commenti. Grazie.