sabato 16 aprile 2016

Girelle all'uvetta o pain aux raisins o meglio ancora Schneck

Adoro l'uvetta, adoro la crema pasticcera  ed adoro  la pasta brioche, questi sono gli ingredienti per queste delizie, di conseguenza  mi piacciono da impazzire .Le faccio spesso  e  ne  congelo una parte per le voglie improvvise.
Consiglio  assolutamente di preparare  la pasta brioche  alla sera , metterla in una ciotola capiente  coprirla  per bene  e schiaffarla in frigo  dove  lieviterà e  darà modo agli aromi  di amalgamarsi  completamente.



 Per il lievitino
  • 100 gr di farina di forza
  • 12/15 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino da caffè di malto
  • circa 50 ml di acqua tiepida 
  • İmpastare  e lasciar  raddoppiare  coprendo con pellicola per alimenti.
Serviranno poi

  • 400 gr di farina di forza
  • 2 uova intere
  • 100 gr di burro morbido
  • 100 gr di zucchero
  • 50 ml di acqua tiepida
  • vaniglia, la scorza di un limone e la scorza di un arancio ( grattugiate)
  • sale 1/2 cucchiaino
  • Mettere nell'impastatrice  la farina , lo zucchero e l'acqua  cominciare ad impastare  , poi aggiungere  un uovo alla volta facendoli assorbire   per bene ( la dose di acqua é indicativa , può variare in base  alla farina usata  e dalla dimensione  delle uova) İo uso uova  taglia  L. Aggiungere poi il lievitino e gli aromi , far  amalgamare per bene  arrivando  all'incordatura. Ora si aggiunge il burro che deve avere la stessa consistenza  della pasta quindi regolatevi  potrebbe  aver bisogno  di essere passato  in  microonde per  qualche secondo.İl burro  dovrà essere aggiunto  poco per volta  dando  il tempo  all'impasto  di  assorbirlo  completamente senza perdere  l'incordatura. Non abbiate  alcuna fretta, date  il tempo alla macchina di fare il suo lavoro. Con l'ultimo pezzetto di burro si aggiunge il sale. L'impasto finale deve essere  abbastanza sostenuto.Si raccoglie a palla   , si copre  molto bene e si mette  in frigorifero  fino al mattino successivo. Conviene preparare  alla sera anche la crema pasticcera , in modo che sia  pronta e ben fredda al mattino.
500 ml di latte
4 tuorli (L)
150 gr di zucchero
80 gr di farina
scorza grattugiata di un limone

La crema dovrà essere  ben soda , altrimenti  viene assorbita dall'impasto  e sparisce.

Ci vorranno  anche circa 200 gr di uvetta sultanina  bel lavata ed ammollata in acqua tiepida  İo la preparo la sera e la lascio  in un grosso colino in modo che  asciughi.

Servirà  poi 1 tuorlo d'uovo  mischiato ad un cucchiaio di latte per spennellare.

La mattina  si toglie dal frigo  la pasta brioche, le si da il tempo di  tornare a temperatura ambiente , la si stende sulla spianatoia  in  un rettangolo ( conviene   dividerla in 2 per facilitarsi   sia con il mattarello che  poi per arrotolare) e si spalma abbondantemente con la crema pasticcera, si cosparge con l'uvetta e  si comincia ad arrotolarla su se stessa ( dal lato più  lungo  del rettangolo)  Avremo ottenuto un bel serpentello che ora  taglieremo a fette di max 2 cm.utilizzando un coltello a seghetto Disporre  queste girelle  su una teglia  foderata di carta forno, spennellare con il mix di tuorlo e latte  e lasciar lievitare.Accendere il forno a 180 e cuocere  per una ventina di minuti.  o comunque fino a colorazione Non é obbligatorio ma  io  una volta  tolte dal forno le spennello immediatamente con uno sciroppo  fatto con pari peso di acqua e zucchero  e cotto fino a che leggermente addensato questo sciroppo le rendera ancora piu golose e lucidissime

8 commenti:

  1. Risposte
    1. A noi piacciono tanto, spero che gradirai anche tu :)

      Elimina
  2. queste mi mancano, non le ho mai fatte, saranno le prossime brioche che farò!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come al solito farai delle meraviglie :)

      Elimina
  3. sarà la prossima ricetta che proverò! ho difficoltà a trovare il malto...
    arra

    RispondiElimina
  4. slurp! che belle ricette Paola.
    arra

    RispondiElimina

Prego cortesemente, anche se utenti anonimi, di firmare i commenti. Grazie.