sabato 5 maggio 2018

Pere al vino bianco cardamomo e zafferano by Ottolenghi

                                                       


500 ml di vino bianco secco 
1 cucchiaio  e 1/2  di succo di limone 
150 di zucchero
15 bacche  di cardamomo ( io ho aggiunto anche mezzo anice stellato)
1/2 cucchiaino di pistilli di zafferano
1 pizzico di sale
4 pere ben sode

Pestare leggermente le capsule di cardamomo.
La ricetta non lo dice  ma io, visto che non amo dover  trafficare  mentre mangio la frutta cotta,  ho utilizzato  un leva torsolo  fermandomi pero' in modo  da  poter conservare il picciolo.İn questo modo  il frutto  sembra  integro  ma risulta più  comodo  da  mangiare.
Mettere al fuoco una casseruola di medie dimensioni  con  il vino , il succo di limone ,lo zucchero,  il cardamomo , lo zafferano e il sale. Una volta che lo zucchero sarà sciolto  immettervi le pere, facendo attenzione che siano immerse nel liquido, in caso contrario aggiungere un po di acqua. Mettere un coperchio lasciandolo socchiuso  far sobbollire, girandole ogni tanto, fino a quando le pere saranno completamente cotte ma non ammollate , a seconda del tipo di frutto utilizzato  ci vorranno dai 15 ai 30 minuti Per accertarsi che siano pronte infilare  un coltello , se entra con assoluta  facilità allora, con una schiumarola, togliere dal liquido  i frutti  e alzando la fiamma per far ridurre di 2/3 o fino a che avrà una consistenza sciropposa. Una volta raffreddate , servire  con crème fraîche  .İo  invece  ho preparato  una "schiuma" di  latte  di cocco . Ricetta QUİ

3 commenti:

  1. Ciao Paola! Sono affascinata e per nulla al mondo me le farò mancare - giusto due domande: quale varietà di pere suggerisci? Come prepari la schiuma di latte di cocco? Io l'adoro ma, single, non riesco a trovargli impieghi sufficienti per smaltirne la lattina in un paio di giorni Salvo estenuarmi nei curries... e comincio ad averne abbastanza. Grazie! Continuo a seguirti con inesausto piacere. Abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Ciao Orsy, sullavarieta' di pere ti posso dire che io ho fatto questa ricetta con ledecana , le williams ed una varieta' che in Turchia chiamano "pero di Ankara" che ho scoperto essere un "Pyrus communis" La cosa fondamentale pero' resta la consistenza dei frutti , che devono presentarsi assolutamente sodi.Ho aggiunto , in fondo al procedimento, il link con la ricetta della schiuma di cocco, per la quale purtroppo pero' serve assolutamente un sifone. Un abbraccio e grazie per l'interessamento .

    RispondiElimina
  3. Grazie! Purtroppo il suifone è assente, qui da me. Mi è venuto in mente che una volta ho 'montato' del latte concentrato in scatola (con un frullino a mano, pensa tu - il minipimner era di là da venire):potrei tentare con l'aggiunta di zucchero e cannella, o cardamomo. Una monoporzione non farebbe in temo ad ammosciarsi... che dici?
    Le pere che indichi sono reperibili! Grazie ancora

    RispondiElimina

Prego cortesemente, anche se utenti anonimi, di firmare i commenti. Grazie.